• Home
  • Approfondimenti

Fermenti lattici

Linee guida per identificare un buon fermento lattico

I batteri veramente utili all'uomo e alla sua fisiologia sono pochissimi: alcuni Lattobacilli, alcuni Bifidobatteri e qualche Enterococco.

Caratteristiche dei

BUONI FERMENTI

SPECIE-SPECIFICI
(umano compatibili)

VIVI (Liofilizzati)
e RIVIFICABILI

Conservati in un ambito molto ristretto di umidità 2%-5% assoluta (A.W.<0,15 ACTIVITY WATER) ai fini di una LUNGA CONSERVAZIONE e sopravvivenza

Dotati di ACIDOFILIA
cioè di resistenza all'acidità dello stomaco per poter transitare indenni

Capaci di ADERIRE
alle pareti intestinali (Adesina) = Tollerati e riconosciuti dal nostro Sistema Immunitario (compatibili)

Formano COLONIE PERMANENTI
e rinnovantesi per più generazioni sulle pareti dell'intestino

Esplicano un'AZIONE A NOI UTILE
e salutistica e non si limitano a utilizzare parte del nostro cibo come i commensali e i saprofiti

Caratteristiche dei

FERMENTI NON CONFORMI

SPECIE-SPECIFICI
(umano compatibili)

NON CONFORMI
(scarsamente rivivificabili)

NON CONFORMI e spesso associati a materiali con più del 10%-15% di umidità, mortalità alta, conservabilità bassa

NON dotati di ACIDOFILIA,
sono uccisi dai succhi gastrici umani

NON ADERISCONO
alle pareti intestinali e vengono digeriti e/o espulsi

Non formano colonie e sono TRANSIENTI

NESSUNA AZIONE a noi utile,
al massimo saprofiti